sabato 14 ottobre 2017

LABGRAAL gruppo celtico


#LABGRAAL Gli amici che nel 2006 a novembre <<(patrocinata dall'ONU), e con il patrocinio  della Reg. Piemonte, la Provincia e il Comune di Torino, organizzò la conferenza: "Il Simbolismo del Drago nella Cultura Celtica della Sardinia e dell'Europa". Relatore Leonardo Melis.  
Venerdi/10/11/2006. ore 21.00 alla Grotta di Merlino, Laboratorio del Graal. P.zza Statuto 15.
Ragazzi un'esperienza  meravigliosa con un pubblico incredibile e stipato nei locali della GROTTA DI MERLINO in Piazza Statuto a TORINO  ....   I Miei cari amici ROSALBA con la sua voce meravigliosa, GIANCARLO e il suo flauto, LUCA con le CORNAMUSE  .... e tutti quelli del gruppo  ... FANTASTICI! Averli un giorno in SARDINIA ... è il mio sogno!


venerdì 13 ottobre 2017

#SHARDANAIPOPOLIDELMARE


http://www.shardana.org/

#SHARDANAIPOPOLIDELMARE  - http://www.shardana.org/ - IL 03/10/2001 L'ANNO del famigerato CONVEGNO ARCHEOLOGICO DI ORISTANO, nasceva il sito web che avrebbe dato il via IN SARDINIA e in ITALIA  a numerose pubblicazioni sull'argomento, da parte di LEONARDO MELIS prima e di molti altri poi .. PRO e CONTRO i SHARDANA e i POPOLI DEL MARE. Un sito ariigianale , fatto per essere compreso dai più .... allora FECBOOK e altri non erano ancora nati e molti si avvicinavano al WEB con diffidenza e ... Ma questo sito, insieme al FORUM dei POPOLI DEL MARE ... (http://shardanapopolidelmare.forumcommunity.net/ ) riceveva visite da MILIONI di visitatori ... rivoluzionando il modo di apprendere la nostra  storia ... con grande paicere dei LETTORI e con  IRA FUNESTA degli ARCHEOBUONI  e fiancheggiatori vari  ....
Leonardo Melis

mercoledì 11 ottobre 2017

SHARDANA I CALCOLATORI DEL TEMPO


http://www.shardana.org/gsjanas.htm


#SHARDANA I CALCOLATORI DEL TEMPO 
http://www.shardana.org/gsjanas.htm
Una storia scritta a OTTO MANI
<<Nn……….è un amico studioso appassionato di storia medioevale della Sardinia che tempo fa si occupò con successo dell’argomento Popoli del Mare. Le sue pubblicazioni sulla presenza Templare in Sardinia sono ormai note ai più. Ci ha fatto dono di un suo lavoro sulla Religione dei Shardana. Ci ha chiesto di restare tassativamente nell’anonimato. Noi lo ringraziamo e cercheremo di lasciare il suo lavoro del tutto integro.
            Nicola de Pasquale è conosciuto a livello internazionale per aver decodificato l’Abaco, il calcolatore degli Incas. Tempo fa presentò in Sardinia un suo studio sulle “Pintaderas”. Definite dagli studiosi “timbri per il pane”, questi strani dischi disegnati con forme geometriche incredibili sono definite da De Pasquale “calendari nuragici”. Il nostro incontro avvenne durante il “fattaccio” della conferenza organizzata dall’Unesco a Cagliari. Conferenza  a cui avremmo dovuto partecipare come relatori per la nostra contemporanea scoperta del “calendario delle feste shardana”. Lo scambio di documenti relativi a queste nostre simultanee intuizioni portò a collegare le due cose fra loro.

Tonino Mura venne da noi un giorno con una montagna di fotografie e filmati di nuraghes “particolari”. Il più particolare lo andammo a esplorare e… ora abbiamo un altro collegamento con i “calendari” delle feste e delle stagioni. Anzi abbiamo un nuraghe calcolatore. Tonino è anche l’autore dei filmati che presentiamo prima delle nostre conferenze.
            Federico Melis impersona le future generazioni, le quali avranno la fortuna di studiare la storia in modo differente da come a noi è stato insegnato. E magari anche  scriverla diversa da quella conosciuta fin’ora nei libri di testo. Federico presenta la storia della religione così detta pagana, ove per pagana si intende shardana e celtica (Tuatha de Dana) quindi dei Popoli del Mare. Egli fa un raffronto con quella cristiana, che cercò di sovrapporsi, riuscendoci in parte. Federico ci porta a conoscere le vere radici di tali religioni, identificando le feste che i vari discendenti di questa etnia celebrano ancora oggi. Una sua intuizione è anche un “calendario delle feste” di origini celtiche, molto simile al nostro. Neolaureato in materie letterarie e ambientali, con storia e archeologia della Sardinia, ha presentato una tesi coraggiosa sui Riti del Fuoco.>>>
Leonardo Melis


sabato 7 ottobre 2017

LAWRENCE&LEONARD



LAWRENCE&LEONARD
Quando gli ESPLORATORI non si chiamavano necessariamente ... ARCHEOBUONI...
<<<.... Di Har Karkoum parlammo nel nostro “Shardana i Principi
di Dan”, relativamente alle scoperte archeologiche di Anati; soprattutto
riferite alla scoperta delle scritte in antica Lingua Alfabetica,
la lingua dei Popoli del Mare che si sviluppò qui; prima
che, a leggere Sir Leonard Wooley, “I popoli del mare regalassero
ai loro compagni Kananei il segreto della scrittura”. Scrivemmo
anche che alcuni caratteri rinvenuti nel Sinai erano identici ad
alcuni trovati in Sardinia.

giovedì 28 settembre 2017

LEONARDO MELIS racconta i POPOLI DEL MARE


#LEONARDOMELISINCONFERENZA su WEB RADIO  presentato da ANNALISA PINTUS, racconta l'epopea dei POPOLI DEL MARE. Un racconto fra amici come una volta si faceva, seduti a prendere il fresco nel cortile di casa, magari dei NONNI . 

giovedì 14 settembre 2017

SHARDANA LA BIBBIA degli URIM


#SHARDANABibbiadegliUrim <<<<Premessa
Al solito non sarà la classica premessa che di solito si usa nei libri “importanti”…. Noi siamo sempre usciti dalle solite regole e continuiamo a farlo. Anche con una semplice premessa. Che diventa anche una dedica.
Intanto dedichiamo questo lavoro ai nostri amici Archeobuoni, con l’augurio che dopo la scoppole ricevute in questi anni si decidano a riflettere sugli errori passati e si adeguino. Si adeguino alla storia in quanto storia, non in quanto orticello delle Sovrintendenze e delle Baronìe universitarie.
Dedichiamo questo lavoro anche agli amici Archeogoogle, a coloro cioè che scrivono i loro libri copiaincollando dal Web e dai cartacei dei nostri libri. Oltretutto senza manco citarci in bibliografia. Vedo in giro titoli che recitano: “Il…. Shardana”, “La ….. Shardana”.. oppure “La …….. dei … Popoli del Mare” e ancora:  “L’Ira di….. dei Popoli del Mare”.  Insomma, siano pro o contro la nostra teoria pubblicata dieci anni fa, ci mettono il titolo che richiama i nostri libri … visto che fa vendere. Il bello della situazione è che nel frattempo ci contestano e addirittura fanno le loro conferenze accusandoci di pressapochismo e di non mettere bibliografia! Come se fossimo obbligati a mettere la bibliografia delle nostre stesse scoperte. Si, perché tanto di quanto scriviamo è frutto delle nostre scoperte e degli studi in giro per il mondo. Mentre loro si limitano a stare davanti a un computer a coppia-incollare testi e immagini. Per sentirli poi dire che “Leonardo Melis magari ha aperto una strada, ma bisogna essere seri e scientifici nelle ricerche”. Ma bene!
Chiaro che però in una dedica come si deve dobbiamo tener conto anche delle cose positive e delle persone positive. Come chi ci ha regalato i disegni dei personaggi da noi ideati e descritti. Come l’amico Alessio, il Grafico della Ptm che ci ha sempre accontentato nel realizzare copertine e pagine di immagini. Tanti altri non li citiamo per non produrre una lista troppo lunga di nomi e cognomi.
Per quanto invece attiene il libro in sé, per il suo contenuto, avvisiamo sempre i nostri fedeli Lettori e soprattutto i nuovi, che quanto descritto riguardo alla Bibbia non riguarda affatto la Religione, ma solo i fatti storici descritti dai Popoli confinanti con il Popolo di Abramo e di Mose. Lo abbiamo fatto in altri libri e qui approfondiamo, senza voler affatto molestare i Credenti di tutte le Religioni. Rimarchiamo sempre che la Fede è cosa che ognuno si porta dentro e la Religione, qualunque essa sia, va rispettata. Noi però scriviamo di Storia. Se qualche episodio non coinciderà con quanto scritto nel Testo tradizionale, ricordiamo che esso fu redatto da uomini soggetti a sbagliare e talvolta soggetti a desiderio di interpretare diversamente i fatti accaduti. Così accadde per il “Passaggio del Mar Rosso” mai avvenuto. Così accadde per Mose Principe egizio. Così sarà per altri personaggi e fatti storici avvenuti in quell’area che interessò appunto Abram, Giuseppe, Mose, David e altri personaggi biblici.
Se qualcuno si sentirà troppo toccato nella sua educazione religiosa appresa da qualche catechista poco documentata, o da qualche edizione della Bibbia poco fedele a quella originale … se qualcuno si sentirà troppo scosso … butti pure via il nostro libro o lo regali ad altri che ne faccia buon uso.>>>
Buona Lettura. Il vostro Leonardo Melis


http://www.shardana.org/SHARDANA%20GLI%20EROI.htm