giovedì 12 maggio 2016

VELA SHARDANA, VELA MODERNA


<<<La Vela moderna o vela Latina, erroneamente attribuita
agli Arabi, era già conosciuta e usata regolarmente dai Popoli del
Mare. Nell’opera precedente avevamo studiato le navicelle in bronzo
ritrovate a decine in Sardinia e in tutto il Mediterraneo (Ne abbiamo
visto una al British Museum proveniente da Ur. Era in bitume,
lunga circa un metro). Avevamo fatto notare la singolarità del fatto
che in modelli così perfetti mancasse qualsiasi riferimento a remi o
a timoni di sorta. Non vi erano remi! La vela Latina consente l’andatura
anche controvento e con qualsiasi leggera brezza. Questo è
quanto ci dicono gli esperti, ma a noi interessa averne trovato la
raffigurazione documentata e... datata! Dove? Ma in quel meraviglioso
documento murale che un faraone un poco presuntuoso fece
scolpire per celebrare le sue “grandi imprese”. Medinet Abu, la
rappresentazione scolpita sulle pareti del Tempio, che rappresenta
la battaglia del Delta contro i popoli del Mare. Tutte la navi egizie
avevano i remi. Tutte le navi shardana non avevano i remi, ma
avevano montate le vele triangolari “moderne”.>>
Da: "SHARDANA I PRINCIPI DI DAN"
anche in EBOOK: https://www.amazon.it/LArca-dellAlleanza-SHARDANA-Principi-Dan-ebook/dp/B00EILV3NU?ie=UTF8&*Version*=1&*entries*=0