martedì 31 luglio 2018

EGITTO INVASIONE del 1200 a.C. da parte dei Popoli del Mare




#EGITTOINVASIONE del 1200 a.C. da parte dei Popoli del Mare Da “Shardana i Popoli del Mare” (ed. 2002) << L’Egitto stesso fu assalito e Ramses III riuscì a malapena a fermare le navi shardana e dei Popoli del Mare sul Delta, vantandosene e facendo celebrare la sua vittoria sui muri del tempio di Medinet-Habu: “Io uccisi i Danan delle isole, mentre ridussi in cenere i Tjeker, i Phelets, i Shardin ed i Washesh del mare furono annullati, presi prigionieri tutti insieme e portati in prigione in Egitto come le sabbie della spiaggia”. Non si capisce però come mai, avendoli resi prigioni e quindi schiavi, li avrebbe poi “posti in fortilizi col mio nome, le classi militari quanto centinaia di migliaia, in ogni anno assegnai loro porzioni con vestiti e provviste dai tesori e dai granai”. Li ebbe quindi come mercenari pagati, non come prigionieri! Infatti, poi aggiunge: “Io ho piantato alberi in tutto il Paese permettendo che il popolo si sedesse sotto la loro ombra, io ho fatto sì che le donne egiziane potessero viaggiare senza pericoli, perché nessun forestiero le molestava per strada, ho consentito all’esercito da guerra e ai carri di stare fermi e ai mercenari shardin e kehek di stare sdraiati sulla schiena nelle loro città” (La relazione di quest’impresa è scritta nel Papiro di Harris). Quindi non solo li ha assoldati ma ha anche loro consentito di avere delle proprie città. La verità è quindi che lo scontro sul Delta avvenne, almeno parzialmente, ma è probabile che si venisse ad un accordo fra le parti. Non dimentichiamo che nei ranghi dell’esercito egiziano c’erano sicuramente anche contingenti Shardana, i quali, avendo appreso dai loro antichi conterranei della sorte toccata agli Ittiti, ai Cretesi e ai Micenei, potrebbero aver fatto da tramite per un accordo che avrebbe dato all’Egitto la salvezza e il modo di evitare la fine che era toccata ad altri popoli, mentre i Shardana avrebbero finalmente potuto appagare quello strano desiderio che sempre li aveva portati a tentare a più riprese “il ritorno” in una terra dalla quale è probabile fossero stati scacciati in passato, forse al fianco dei misteriosi Hyksos.>>