giovedì 10 ottobre 2013

BABAI HIRAM (#HIRAMABIF) il DANita,



Da "#SHARDANA i Principi di Dan"
<<Hiram Abi, considerato l’iniziatore della “Libera Muratoria”,
la Massoneria, era, guarda caso, era un Danita! (Libro II dè
Paralipomeni: II, 13-14). “Ho adunque mandato a te un uomo
virtuoso e di grandissima capacità, Hiram mio padre, figliuolo di
una donna della tribù di Dan, di padre di Tiro, il quale sa lavorare
di oro e di argento, di bronzo e di ferro e di marmo e d’ogni
specie di legno e anche di porpora e di bisso e di scarlatto; e il
quale sa fare ogni maniera d’intagli...”. Se questa descrizione ricorda
qualcosa o qualcuno, questi è sicuramente Ooliab di Dan, l’artefice
dell’Arca! Vuoi vedere che Salomone riuscì a costruire il
Tempio perché, contrariamente al padre David, aveva trovato il
modo di usare l’Arca senza pericolo? Perché? Perché Hiram era a
conoscenza dei segreti del suo avo Ooliab! La storia di Hiram è
avvolta nel mistero più assoluto, il suo modo di costruire il Tempio
riporta ad Antiche Scienze sconosciute ai più. Fra le opere di Hiram
ricordiamo, oltre al Mare di Bronzo, i due pilastri, sempre in
bronzo, che stavano davanti al vestibolo del Santuario. Queste due
colonne avevano una circonferenza di 12 cubiti e avevano nome
Jachin e Boaz, nomi che figurano ancora nelle tradizioni massoniche;
al loro interno sarebbero state poste le “Antiche Testimonianze”
e “Il magico Shamir e la storia delle sue proprietà”. Lo Shamir,
un antico strumento che risaliva ai tempi di Mose, chiamato
“La pietra che rompe le rocce”, poteva tagliare il metallo più duro
e persino il diamante, senza rumore (Come Mose aveva ordinato,
era proibito costruire i santuari con rumore di metalli). Lo Shamir
era il “Dito di Dio” che aveva inciso le Tavole della Legge? Era lo
strumento col quale Ooliab di Dan intagliava le pietre preziose?
Quali e quanti erano i segreti dell’antica Scienza di costruzione di
cui Hiram era a conoscenza? Forse non si saprà mai più (o chissà?).
Hiram fu assassinato da tre suoi discepoli nel tentativo di carpirgli i segreti, che però portò con se nella tomba..>>
Shardana - I Principi di Dan