martedì 15 ottobre 2013

L'ARKA dell'Alleanza e i suoi Poteri


Da: "SHARDANA i Principi di Dan"
<<Samuele IV, quando Israele dichiarò l’ennesima guerra ai Philistei e subì (naturalmente) una sonora sconfitta. Morirono circa 4.000 uomini. A quel punto gli anziani d’Israele si ricordarono dell’Arca e mandarono a prenderla a Silo. I Philistei però non si lasciarono intimorire, massacrarono i figli d’Israele e catturarono l’Arca. L’Arca seminò la peste e la morte fra i Philistei e fu portata di città in città per sette mesi interi, finché i capi non decisero di rimandarla a Israele. La caricarono su un carro trainato da due giovenche da latte, collocarono sul carro una cassetta con 5 bubboni d’oro e 5 topi d’oro, tanti quante erano le città dei Philistei e la mandarono in direzione di Bet-Semes, ma anche qui accadde qualcosa di terrificante. I Betsemiti vollero guardare dentro l’Arca e 70 uomini furono uccisi all’istante. Arrivarono i Leviti da Cariat-Jarim (Campo di Dan) e la presero in consegna. L’Arca rimase a Campo di Dan fino all’avvento di David. L’episodio di Bet-Semes rimane misterioso per alcuni punti. Ma prima volevamo chiarirci le idee su quanto accaduto precedentemente: perché i Filistei vinsero su Israele, nonostante la presenza dell’Arca. L’Arca non era invincibile? La Bibbia giustifica, al solito, con l’ira di Dio su Israele in peccato… crediamo vi sia (anche) un altro motivo. Abbiamo scritto che “mandarono a prenderla a Silo”, la presero, cioè di prepotenza, senza l’autorizzazione e l’ausilio dei Leviti, gli unici che erano in grado di controllarla. La conferma la troviamo successivamente, quando l’Arca semina terrore e morte e si è costretti a chiamare loro, i Leviti: “Arrivarono i Leviti da Cariat-Jarim (Campo di Dan) e la presero in consegna”. L’Arca, quindi funzionava unicamente se “manovrata” dai Leviti, custodi dell’Antico Sapere. Vediamo i danni provocati dall’uso incauto del micidiale Strumento.
-                           I topi e i bubboni: pensiamo che con questo segno i Philistei volessero segnalare a Israele che le morti avvenute era procurate dalla peste (chissà, forse provocata da radiazioni emanate dall’Arca?) e che i topi erano i diffusori del contagio.
-                           Le morti violente degli Israeliti che guardarono dentro l’Arca: questo fatto mette in risalto la pericolosità dell’Arca, che altre volte si mostrerà micidiale per chi le si accosterà senza precauzioni o con imperizia.
La comparsa dei Leviti: l’arrivo repentino dei Leviti da Campo di Dan è un altro segnale dell’attenzione che gli antichi compagni di Mose dedicavano all’Arca, alla cui custodia Mose li aveva preposti. Vista la loro provenienza (Cariat-Jarim, o Campo di Dan era vicinissima al territorio che i Daniti avevano occupato all’arrivo in Palestina) pensiamo che con i Leviti vi fosse anche gente di Dan a scortare il santo simulacro. Altre volte l’Arca seminò la morte per l’imperizia di chi aveva voluto avvicinarla senza conoscerne la pericolosità.>>